Infrastrutture

- Alla fine degli anni sessanta tre politici della Democrazia Cristiana, Piccoli, Rumor e Bisaglia rispettivamente di Trento Vicenza e Rovigo diedero il via la progetto PIRUBI e cioè la A31, una arteria che avrebbe collegato le tre città. A 50 anni di distanza siamo ancora a discutere del tratto finale o iniziale (dipende da dove la si guarda) della A31 e, nota dolente, abbiamo letteralmente buttato al vento i soldi dei contribuenti per progetti, studi, varianti di progetti e chi più ne ha più ne metta. Poche decine di chilometri.

La costruzione della via Claudia Augusta è stata avviata nel 15 a.C. da Druso, generale di Augusto, durante alcune campagne militari che portarono alla conquista dei territori della Rezia e della Vindelicia (oggigiorno il Tirolo occidentale e la Germania meridionale). È stata ampliata e quindi ultimata nel 47 d.C. da suo figlio, l'imperatore Claudio, dal quale ha preso poi il nome. Con annesse campagne militari in meno di 32 anni gli antichi Romani hanno costruito 518 km di strada...

Turismo agricoltura e industria sono la voce di maggior importanza per la crescita del territorio. Rendendo semplice il raggiungimento della Provincia attraverso via di comunicazione efficienti ed a basso impatto ambientale, grazie alla realizzazione di attrazioni d’interesse naturalistico e culturale, intendiamo quindi impostare progetti che siano sempre di maggior attrazione turistica e al contempo intende strutturare la Provincia per rendere più semplice l’internazionalizzazione dei prodotti Trentini.

Così come per la Val D’Astico anche il raddoppio della Valsugana risulta essere progetto con circa 20 anni di storia mai portato a compimento, Loppio da circa 30 anni, la situazione viabile attuale delle valli Ladine, la TAV e tante altre infrastrutture che sono di vitale importanza per lo sviluppo economico della Provincia e che contribuiranno alla crescita del PIL restituendo quindi ricchezza. Non ultimo per importanza riteniamo molto importante il progetto per la realizzazione della metropolitana che vedrà nascere un collegamento tra Trento e la valle di Fassa attraversando la valle di Cembra e quella di Fiemme (Transdolomites).

Oltre le opere viarie e ferroviarie vi sono altre opere di Pubblico Interesse come per esempio la funivia del Monte Bondone e lo sviluppo delle Viote sotto l’aspetto Naturalistico; lo sviluppo e la realizzazione dei progetti per il rilancio dell’area di passo Rolle, il nuovo stadio di Trento e la realizzazione del Villaggio Sportivo, la ciclabile del Garda, la ciclabile della Val di Cembra, le aree naturalistiche ed i centri visita che si possono realizzare in collaborazione con Muse.

Sempre trattato in questa sezione stiamo affrontando, anche e non solo grazie all’apporto di specialisti, lo studio delle migliori soluzioni per risolvere il problema della scarsità d’acqua; i cambiamenti climatici, un uso a volte non ponderato dell’acqua portano inevitabilmente alle problematiche di questi ultimi mesi che hanno visto un abbassamento dei livelli dei nostri laghi e fiumi. Anticipiamo subito che non esiste “la soluzione” ma esistono una serie di accorgimenti che nel loro insieme possono portare ad un risultato tale che sia scongiurata la crisi nei vari settori quali, per esempio, quello dell’agricoltura e turistico. Intendiamo quindi sostenere il settore agricolo nel cambiamento da irrigazione convenzionale a microirrigazione, irrigazione sotterranea e sub irrigazione; avviare la progettazione e la realizzazione di nuovi bacini di contenimento, implementare i controlli e la manutenzione sulla rete idrica esistente e, ove necessario, provvedere alla ristrutturazione; sostenere i rifugi alpini nella realizzazione di opere atte al contenimento dell’acqua.

Saremo attenti anche al settore delle comunicazioni che come noto, visto lo sviluppo di internet, devono essere sempre aggiornate ed efficienti. La rete non è solo a vantaggio degli utenti residenti ma anche di coloro che raggiungono la Provincia per brevi periodi, sia per lavoro che per turismo. 

Stampa Stampa | Mappa del sito
Idee autonomiste per il Trentino - tutti i diritti riservati - info@autonomistitrentini.it

E-mail